Forte terremoto ad Atene: panico in città, gente in strada e blackout. Telefoni fuori uso 


Un terremoto di magnitudo 5,1 (alcune fonti parlano di 5,3) della scala Richter è stato registrato nella regione dell’Attica, in Grecia. L’epicentro è stato localizzato 22 chilometri a nordovest della Capitale. La scossa è stata registrata alle 14:13 (ora locale).

In diverse zone del centro di Atene è saltata l’energia elettrica e le persone sono scese in strada. Le prime segnalazioni non parlano di danni o feriti, ma le linee telefoniche hanno subito numerose interruzioni per mancanza di elettricità in diverse aree della capitale. I pompieri sono intervenuti in edifici dove alcune persone sono rimaste bloccate negli ascensori. Una scossa minore di assestamento è stata avvertita poco dopo. (Continua a leggere dopo la foto)




In Grecia avvengono i terremoti più forti d’Europa. Il 21 luglio del 2017 è stato registrato un terremoto di magnitudo 6.6 sull’isola di Kos, solo un mese dopo il sisma del 12 giugno di magnitudo 6.3 sull’isola di Lesbo. Eventi simili si sono verificati anche nel 2015, 2014, 2009, due volte nel 2008 e nel 2006. Il 12 agosto 1956, invece, le isole del Dodecaneso sono state colpite da un terremoto di magnitudo 7.7. L’evento ha prodotto violente scosse del terreno, 53 morti e un grande tsunami. (Continua a leggere dopo la foto)



Il sisma è stato seguito 13 minuti dopo da una scossa di magnitudo 7.2 vicino a Santorini. Un terremoto di magnitudo 7.9 ha colpito più o meno la stessa area di stanotte il 4 febbraio del 1867, distruggendo 8.000 case e producendo un grande tsunami. Ma i terremoti più forti di sempre ad aver colpito la Grecia si sono verificati nella zona di subduzione ellenica, a sud di Creta. Si tratta di terremoti “Megathrust”, molto simili a quello che nel 2011 ha devastato Tohoku in Giappone. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Due grandi “Megathrust” si sono verificati in questa zona del Mediterraneo negli ultimi 2.000 anni. Il terremoto di magnitudo 8 del 1303 ha prodotto violente scosse del terreno, distruggendo molte città e uccidendo migliaia di persone. Ha anche prodotto un potente tsunami, che si è spinto fino a 3 km nell’entroterra nel delta del Nilo.

Uccise la figlia di 12 anni per “punire” l’ex moglie: arriva la sentenza per Roberto Russo