Binari in fiamme: treni, traffico in tilt dal nord al sud. Ritardi fino a 180 minuti


Treni, stop al traffico ferroviario nella linea Roma-Firenze a partire dalle 5.10 a causa dell’intervento della Polfer e dei vigili del fuoco per un incendio a un tombino e a una cabina dell’impianto di alimentazione a Campo di Marte. Tre ore di ritardo, con l’Italia divisa in due, spezzata lungo le rotaie da fiamme che hanno messo in ginocchio per ore tutto il sistema ferroviario dal nord al sud. Impossibile raggiungere Firenze da Milano a e da Napoli se non con almeno 180 minuti di ritardo.

Dalle 8 i convogli sono ripartiti, si sta riprogrammando tutta la circolazione dei treni ad alta velocità e non, ma le ricadute sul traffico si sentiranno a lungo, anche perché sono previste limitazioni e anche cancellazioni. L’allarme è scattato dopo la segnalazione di un motorista di un treno merci che ha visto il fumo: sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, Polfer, Digos e polizia scientifica che ha effettuato i rilievi. (Continua a leggere dopo la foto)




Dalle prime ipotesi degli investigatori si tratterebbe di una manomissione di origine dolosa: “Dai primi accertamenti, il principio d’incendio agli impianti che gestiscono la circolazione dei treni è stato causato da un atto doloso ad opera di ignoti”, sottolinea Rfi in una nota. Già in passato si sarebbero registrati casi simili sulla stessa linea. Tanti i disagi per i viaggiatori dei convogli sulle linee alta velocità e convenzionale sia da nord, Milano e Bologna, che da sud, Napoli. Fortissimi i rallentamenti, con ritardi fino a 180 minuti. Per quanto riguarda il trasporto regionale sono interessati in particolare i collegamenti fra Firenze, Arezzo e il Valdarno e fra Firenze e Borgo San Lorenzo via Pontassieve. (Continua a leggere dopo la foto)



La causa è un l’incendio con tutta probabilità di natura dolosa appiccato in corrispondenza di tre pozzetti tra Campo di Marte e Rovezzano. I danneggiamenti, dolosi, hanno riguardato i tombini laterali ai binari, contenenti canalette per la trasmissione dei dati. I vigili del fuoco subito sul posto hanno spento i tre incendi, poi sono cominciati gli accertamenti di Scientifica e Digos. Di incendio doloso da parte di ignoti ha parlato Stefano Biserni di Rete ferroviaria Italiana, contattato in diretta da RaiNews; lo stesso Biserni ha annunciato che l’azienda sporgerà denuncia. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Una delle piste seguita dalla polizia, che lascia aperte anche altre ipotesi, è che l’attentato abbia qualche collegamento col processo che dovrebbe concludersi oggi a Firenze contro 28 giovani anarchici rinviati a giudizio per vari episodi. Il più grave è lo scoppio di un ordigno artigianale messo la notte di Capodanno 2017 ad una libreria considerata vicina a CasaPound nel quale rimase ferito un artificiere della polizia. (notizie infomobilità Trenitalia)

Forte terremoto ad Atene: panico in città, gente in strada e blackout. Telefoni fuori uso