Esplosione nella notte, crolla palazzina di due piani: un morto. Si cerca un disperso


Esplode palazzina a Portoferraio, all’Isola d’Elba: un morto, tre feriti estratti dalle macerie e una persona ancora dispersa. A causare la deflagrazione, che ha provocato il crollo della palazzina bifamiliare in via De Nicola, nella zona della Consumella, sarebbe stata una fuga di gas. Cinque le persone coinvolte, sembra tutte appartenenti alla stessa famiglia, riporta AdnKronos.

Immediato l’intervento dei vigili del fuoco, al lavoro dalle 4,45 di oggi, martedì 23 luglio 2019. Sul posto anche squadre da Piombino e Follonica, oltre alle sezioni operative Usar Light dai Comandi di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Firenze, Prato e Pistoia e 4 unità cinofile. In fase di attivazione i reparti volo dei nuclei dei vigili del fuoco di Cecina e Arezzo. (Continua dopo la foto)




Secondo una prima ricostruzione, un boato sarebbe stato avvertito intorno alle 04.40 di oggi in via De Nicola. Poi, improvvisamente, la deflagrazione e il crollo della palazzina di due piani. La deflagrazione è stata devastante e l’intero edificio è andato distrutto. Le persone estratte dalle macerie sono state subito trasferite in ospedale. (Continua dopo la foto)



È già stato recuperato il corpo senza vita di uno dei due dispersi nel crollo della palazzina bifamiliare. Le squadre di soccorso, come detto, stanno cercando la quinta mentre si attende sul luogo dell’esplosione l’arrivo delle unità cinofile. Due cani dei vigili del fuoco di Livorno Maya e Zara, specializzati nelle ricerche sotto le macerie, stanno per sbarcare sull’Isola, scrive il Corriere della Sera che pubblica anche le foto. (Continua dopo foto e post)



 


Sul posto, per i soccorsi, sono stati allertati anche tre elicotteri del servizio Pegaso oltre alle ambulanze della Misericordia di Portoferraio e di Porto Azzurro, Pubblica Assistenza e Santissimo Sacramento di Portoferraio. Come detto, 5 in totale le persone coinvolte, sembra tutte appartenenti alla stessa famiglia.

Binari in fiamme: treni, traffico in tilt dal nord al sud. Ritardi fino a 180 minuti