Tromba d’aria vicino Roma, morta una donna: intrappolata nell’auto


Forti temporali, grandinate e improvvisi nubifragi. Sono due i morti del maltempo in Italia. Dopo la donna l’atleta norvegese uccisa ieri da un fulmine durante la Suedtirol Ultra Skyrace, in Alto Adige, nelle prime ore di questa mattina una giovane donna è morta nella zona di Focene, nel comune di Fiumicino, a causa di una tromba d’aria.

La vittima si trovava a bordo di una macchina in via Coccia di Morto, adiacente all’aeroporto, quando è stata investita dal forte vento. Ancora sconosciuta la dinamica, ma sembra che la giovane sia probabilmente scesa dalla macchina, quando è stata scaraventata via dalla tromba d’aria. La strada al momento sarebbe interrotta. Le violente piogge hanno causato danni anche a Roma, dove sono stati 130 gli interventi dei vigili del fuoco nella notte. In zona Battistini, in via Andrea Verga, è crollato il muro di contenimento di un palazzo, i seminterrati si sono allagati e i vigili del fuoco hanno fatto evacuare gli abitanti.
Chiuse per l’acqua e il maltempo le stazioni della linea A della metropolitana di Roma Repubblica e Cipro. “I treni – spiega l’Atac – non fermano temporaneamente a stazioni Repubblica e Cipro per la presenza di acqua proveniente da aree esterne. Tecnici al lavoro per pulizia e ripristino”. Continua dopo la foto







Quanto alla sciagura di ieri, che come detto in apertura ha visto coinvolta u’atleta norvegese di 45 anni, impegnata nella Suedtirol Ultra Skyrace colpita e uccisa da un fulmine durante una gara, una comunità è ancora sotto shock. L’incidente si è verificato intorno alle 19.15 nei pressi del lago di San Pancrazio, a 2.100 metri di quota, sulle montagne tra la val Sarentino e la val Passiria. Continua dopo la foto




Nonostante l’intervento del soccorso alpino e dell’elisoccorso, la donna è deceduta poco dopo l’arrivo all’ospedale a Bolzano. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri per i rilievi previsti dalla legge. Il maltempo di questi giorni nel Nord Italia aveva rischiato di fare un’altra vittima in mattinata, quando un atleta spagnolo era stato colpito da un fulmine mentre partecipava al Bei K3, gara di skyrunning sul Rocciamelone, in Valle di Susa. Continua dopo la foto


 


L’uomo, che non ha riportato lesioni ma solo stordimento, è stato trasportato in elisoccorso in Valle di Susa, dove ha rifiutato le cure e ha lasciato l’ospedale.

Ti potrebbe anche interessare: Deposito di giocattoli in fiamme: evacuati due palazzi, persone intossicate

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it